Logo Cicas

Convivio C I C A S

Convivio  C I C A S

Le vacanze sono ormai finite,- tutti o quasi tutti– abbiamo ripreso i ritmi cittadini, la solita routine. Pochi giorni ancora e dell’estate resterà solo un caldo ricordo. 

E’ stato Luigi Biamonte(coordinatore provinciale di Catanzaro), accompagnato dalla responsabile provinciale del commercio fisso di Catanzaro Marisa Costa, che ha organizzato un Convivio – nell’immediata periferia di Catanzaro - per salutare l’estate  e dedicarci da subito alla nostra struttura sindacale datoriale e al lavoro che ci attende a breve.

E’ stata una bella occasione per parlare dei buoni propositi per l’immediato futuro, di progetti condivisi,  per conoscere nuovi colleghi e scambiare esperienze sindacali.

  • Presenti, diversi dirigenti  e simpatizzanti della  Cicas di Catanzaro, la  delegazione di Cosenza, e quella di Crotone con il nuovo coordinatore Sarcone Francesco.
  • Abbiamo avuto la presenza del direttore generale Giuseppe Mazzullo, del Presidente Nazionale Pietro Raimondo, del presidente onorario Giorgio Venturae del Responsabile Nazionale per le Anomalie Bancarie Giuseppe Tirinato
  • L’atmosfera cordiale e  il buon sottofondo musicale, ha reso piacevole l’incontro e a rendere gustosa la cena.

Si sono registrati gli interventi di Luigi Biamonte (gran cerimoniere – perfetto organizzatore della serata) che ha salutato i partecipanti e ha sottolineato gli sforzi che si stanno affrontando a Catanzaro e a Cosenza anche per non deludere la fiducia le aspettative a lui riposte della nuova governance nazionale CICAS. Biamonteha dichiarato che sicuramente si sta creando sinergie con i dirigenti per poter entro l’anno arrivare ai risultati tanto attesi. Ha sottolineato i tanti incontri con le varie amministrazioni pubbliche e gruppi di imprenditori per  radicare sempre di più la nostra sigla.

Francesco Sarcone– freschissimo di nuova nomina – ma veterano del sindacalismo, si è reso disponibile a “metterci la faccia” nel nuovo progetto targato “Peppino Mazzullo for Cicas”a sostegno delle piccole imprese del crotonese.

Lucio Sconza–ha dichiarato che si impegnerà come faranno tutti i colleghi di Cosenza per raggiungere buoni risultati tra gli associati ed in particolare sostenere le PMI con tutti i servizi messi a disposizione della Sede Nazionale.

Francesco Volpeintesta ha toccato le problematiche organizzative e gestionali e ha dichiarato la sua piena disponibilità e a fare di più e meglio con tutti i colleghi che si stanno coinvolgendo per far parte del nuovo comitato  cosentino.

Don Alfonso Velonà– nel ringraziare l’organizzatore ha evidenziato lo stato di crisi in cui versano gli Istituti sanitari privati  che non ricevono i finanziamenti da parte della Regione. Ha chiesto un intervento ai vertici della CICAS per far sentire più forte le difficoltà che la sanità privata oggi vive.

Il Presidente nazionale Pietro Raimondo  (al vertice del sodalizio da soli cinque mesi) nel ringraziare tutti ha detto che di questi incontri  devono esserne fatti con frequenza per poter saldare i legami dell’unione e creare osmosi con le strutture di vicinanza per scambio di esperienza e iniziative. Ha evidenziato agli astanti i tanti impegni e che a breve si darà vita a molte novità a favore dei nostri associati vecchi e nuovi

E’ intervenuto il direttore generale Giuseppe Mazzullo che ha improvvisato una magistra lectionenon prevista ma, molto gradita, condivisa e applaudita. Egli si è soffermato sul valore del sindacalismo e suoi valori che devono unire la base con il vertice servendo sempre le PMI che molto spesso sono abbandonati dalle amministrazioni pubbliche e dai Sindacati datoriali storici. Ha parlato della crisi del sindacalismo e ha proposto una propria soluzione condivisa e accettata che è quella dell’impegno sempre maggiore nel ricercare sistemi di qualità a  prezzo equo e di vantaggio per gli associati. E’ convinzione di Mazzullo che il Paese debba essere modernizzato, velocizzato e de-burocratizzato. Ha ricordato che il vero imprenditore,  oggi,  il coraggio lo spende giorno per giorno fronteggiando un mercato schizofrenico e imprevedibile, continuando a produrre nonostante la percentuale crescente degli insoluti, nonostante la contrazione della liquidità e l’atteggiamento poco collaborativo delle banche.  Mazzullo in fine ha fatto una panoramica sulle nuove convenzioni e sulle sedi aperte di recente e quelle che saranno attive nell’immediato futuro prossimo.- 

La serata (meglio la nottata) si è conclusa con un  brindisi e una promessa: quella di rivederci prima delle festività natalizie  e avere l’occasione per festeggiare insieme  i buoni risultati.