Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

Le scadenze fiscali di gennaio 2018 per PMI e liberi professionisti
30 dicembre 2017

scad genAdempimenti periodici Iva, Irpef e Inps, invio dei dati al sistema tessera sanitaria tra le date da ricordare per le piccole e medie imprese.

Nuovo anno, nuove tasse da pagare.
Con il 2017 oramai in soffitta, i liberi professionisti e le piccole e medie imprese devono fare i conti con le scadenze fiscali di gennaio 2018. Il primo mese dell’anno non è così terribile per le aziende italiane: tranne i classici adempimenti mensili,

sono poche le tasse da dover

pagare. 

Un inizio di anno soft che porterà poi le PMI a doversi “scontrare” con le scadenze fiscali più pesanti.
Ma ci sarà tempo per parlarne.
Ecco le scadenze fiscali di gennaio 2018 per PMI e liberi professionisti.
• Le tasse da pagare a gennaio 2018 per PMI e liberi professionisti
2 gennaio. La prima scadenza del 2018 è dedicata agli agricoltori esonerati e agli enti non commerciali che devono versare l’IVA relativa agli acquisti del mese precedente.
È necessario presentare anche il modello INTRA 12 per la dichiarazione mensile dell’ammontare degli acquisti intracomunitari di beni registrati nel mese precedente;

10 gennaio. I datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze dei lavoratori domestici devono versare i contributi utilizzando una dei tanti canali disponibili;

16 gennaio. Il giorno più importante del mese di gennaio. Il 16 gennaio le piccole e medie imprese devono adempiere ai loro obblighi per quanto riguarda il versamento dell’Irpef, dell’Iva e i contributi all’INPS dei lavoratori dipendenti.
Tutto potrà essere effettuato utilizzando il modello F24;

25 gennaio. Entro questa data sarà necessario compilare per le PMI il modello Intrasat, obbligatorio per coloro che effettuano operazioni di cessioni o acquisti di importo superiore a 50.000 euro a trimestre;

29 gennaio. Ultima data disponibile per coloro che non hanno presentato il modello Redditi e Irap 2017. In questo caso sarà necessario pagare una mora di 25 euro, invece di 250 euro;

31 gennaio. Scadenza che riguarda solamente gli operatori sanitari.

Entro il 31 gennaio sarà necessario inviare i dati del sistema Tessera Sanitaria per mettere a punto il modello precompilato dei Redditi 2018

403 Forbidden

403 Forbidden


nginx