Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

P.M.I. ZAVORRATE DALLA TASSE E PENALIZZATE NEI PAGAMENTI DALLE AZIENDE PUBBLICHE
IMPRESE, LA BUROCRAZIA E’ UN MACIGNO DA 31 MILIARDI


zavorraAlle imprese servono 6 settimane di attività per ripagare i maggiori costi della burocrazia. E’ il cuneo fiscale continua a valere il 47,7% sulle buste paga.
Lavoro, Fisco, Burocrazia, debiti Pubblica Amministrazione e difficoltà nell’accesso al credito. – Le P.M.I. Italiane, “sono zavorrate da 31 miliardi di euro di costi della burocrazia e impegnano 238ore, oltre 6 settimane di lavoro, per pagare i 14 principali inadempimenti fiscali”.
A lanciare l’allarme è uno studio realizzato dal Censis che evidenzia:
-“Germania e Francia hanno un’altra tassazione, ma hanno una crescita solida.
L’Italia ha una tassazione alta a cui corrisponde una bassa crescita. Fino a quando la rana con le zampe legate riuscirà a saltare?”
La burocrazia ha un grande peso. Sulle P.M.I., gli oneri amministrativi sono gravati per 31miliardi fra il 2007 e il 2012 (ultimi dati del Ministero della P.A.) Del risparmio per le imprese di 9miliadi dovuto alla razionalizzazione “non ce n’è traccia” .
IL CARICO FISCALE è un macigno; sul costo del lavoro, il cuneo è pari al 47,7%.
C’è poi il problema dei debiti della P.A.
Una stima del 2017 ne conta 57 miliardi, di cui 27,6 in ritardo.
Il tempo medio concesso dalle imprese al cliente pubblico è di 73 giorni, ma il termine effettivo di pagamento è di 104.
E’ quando i debiti li vogliono fare le imprese, quelle piccole, anche se sane, subiscono una differenza del tasso applicato a breve termine, rispetto alle grandi, pari a 4,44 punti percentuali.