Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

Decreto fiscale approvato in Senato, ecco le modifiche

soldi2Il decreto fiscale approvato in Senato apporta ulteriori modifiche al testo che, ora, è atteso alla Camera per la seconda lettura. Tra le misure confermate compaiono la rottamazione ter e il bonus bebè, mentre viene posticipata parzialmente l’entrata in vigore della fattura elettronica.
• Rottamazione ter
Chi aderisce alla rottamazione ter potrà pagare il suo debito “spalmando” l'importo fino a un massimo di 18 rate in 5 anni. Per ogni anno, quindi, sono previste quattro rate: la prima va versata sempre entro il 31 luglio, la seconda entro il 30 novembre (ciascuna pari al 10% dell'importo dovuto), la terza entro il 29 febbraio e la quarta entro il 31 maggio.
Per ogni rata sono previsti 5 giorni di "tolleranza" per il ritardo nel pagamento. Inoltre, coloro che aderiranno alla rottamazione ter potranno ricevere il Documento unico di regolarità contributiva (Durc).
• Liti pendenti
Sempre in tema di pace fiscale, è stato previsto un aumento degli “sconti” per chi è in lite pendente con il fisco e vuole chiudere la partita, che passa dal 50% al 60% della somma dovuta per chi ha vinto in primo grado (basterà quindi pagare il 40%, senza interessi e sanzioni).
• Dichiarazione dei redditi
Per quanto riguarda la posizione dei contribuenti che hanno sbagliato a compilare la dichiarazione dei redditi, per risolvere il problema sarà sufficiente pagare 200 euro per ogni periodo d'imposta dal 2013 al 2017.
• Interpello
Per accedere all’interpello la soglia non è più fissata a 30 milioni ma a 20 milioni, allagando di fatto la platea dei soggetti che possono presentare l’istanza all’amministrazione finanziaria per avere una valutazione preventiva.
• Proroga bonus bebè
Confermata anche la proroga del bonus bebè. L’assegno, per un anno, sarà di 960 euro che possono arrivare fino a 1.152 euro a partire dal secondo figlio. L'assegno di 80 euro al mese ''è riconosciuto per ogni figlio nato o adottato dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019''. Dal secondo figlio in poi ''l'importo è aumentato del 20%'' (1.152 euro).
• Fondi maltempo
Per sostenere le zone che state colpite dal maltempo è stato istituito un fondo ad hoc per costruire case, sistemare strade e piantare alberi. Sono stati stanziati inizialmente 474,6 milioni di euro per il 2019 e 50 milioni per il 2020', per un totale di 524,6 milioni di euro nel biennio.
• Money transfer
È stata prevista una ritenuta dell'1,5% sui money transfer, i trasferimenti di denaro che varcano i confini nazionali. L'imposta, è bene specificare, si applica però solo per le transazioni effettuate verso Paesi non appartenenti all'Unione europea e non potrà essere inferiore a 10 euro. Mentre, più in generale, per gli assegni senza clausola di trasferibilità verrà applicata una multa pari al 10%.
• Fattura elettronica
La fatturazione elettronica partirà dal primo gennaio del prossimo anno, ma non per medici e farmacie che verranno esentati dall'obbligo di utilizzare il nuovo strumento, per il periodo d'imposta 2019: ''i soggetti tenuti all'invio dei dati al Sistema tessera sanitaria''. A questi si aggiungono le associazioni sportive dilettantistiche che non superano i 65.000 euro di entrate nell’anno.