Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

BUS TURISTICI NELLA CAPITALE: SALE LA PREOCCUPAZIONE

pullman romaSi torna a parlare della questione dei bus turistici che dal 1° gennaio prossimo non possono accedere (senza congruo pagamento fino a 300 euro giornalieri) e sostate nel centro storico della Capitale.
“Il nuovo piano pullman – secondo Mariano Carè dirigente CICAS Trasporti & Logistica - si basa su alcuni presupposti assolutamente sbagliati: che il traffico sia dovuto soprattutto ai pullman turistici e che tali bus inquinino molto.
La infondatezza della seconda ragione è stata dimostrata da un attento studio scientifico, consegnato al Comune ma passati nel dimenticatoio.
Quanto al traffico, sarebbe facile rendersi conto che esso è in gran parte dovuto alle auto private.”
- Mariano Carè teme il rischio che l’impossibilità di utilizzare i pullman turistici per raggiungere il centro storico possa ridimensionare l’arrivo in città di gruppi organizzati di turisti: “Il Comune non dice che con la cancellazione di centinaia di gruppi si danneggerà tutto il settore e avrà ricadute sull’indotto: oltre alle categorie più direttamente interessate, anche alberghi, bar, ristoranti, negozi del centro e tanto altro. Si sta colpendo al cuore un settore produttivo fondamentale nell’economia della città e dell’Italia.
Se Virginia Raggi Sindaca di Roma e l’assessore Meleo combattere il traffico, si occupino delle vere criticità, come la viabilità sbagliata in alcune zone, la carenza di corsie preferenziali per i mezzi pubblici, le soste in doppia fila, i troppi permessi per auto di
servizio, i pullman „Hop-on Hop-off‟ che procedono lentamente anche nelle strade già oggi inaccessibili ai pullman turistici e che non vengono toccati nemmeno dal nuovo piano”.
- Sempre per Mariano Carè: “Virginia Raggi Sindaca di Roma, vuole rendere più vivibile la “Roma turistica” alleggerendola dal traffico pesante e non vuole certo danneggiare le strutture alberghiere e commerciali: per giungere a tale importante obiettivo, secondo noi, bisognerebbe creare delle corsie e delle aree di sosta preferenziali per i bus turistici con relativi itinerari guidati e ben definiti allo scopo di evitare il disordinato traffico che strozza la Capitale”.