Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

Bonus auto 2019, i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Con la risoluzione 32/E sono arrivati i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sul bonus auto 2019.

meccanicoIn particolare mentre dal 1º marzo è già in vigore il pagamento dell'ecotassa, per il bonus auto o ecobonus si dovrà ancora aspettare.
• Come funziona il bonus auto 2019?
La legge di Bilancio 2019 riconosce un bonus auto per il 2019 da 1.500 euro a 6.000 euro per l’acquisto (anche in locazione finanziaria) e immatricolazione in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021, di un veicolo per il trasporto di persone fino a 8 posti oltre il conducente (categoria M1) nuovo di fabbrica con emissioni inquinanti di CO2 inferiori a 70 g/km e prezzo da listino ufficiale della casa produttrice inferiore a 50.000 euro (Iva esclusa). - L’importo del bonus auto per il 2019 varia a seconda della presenza o meno della contestuale consegna per la rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 1, Euro 2, Euro 3 o Euro 4. - Il venditore riconosce il contributo all’acquirente sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto. Successivamente l’impresa costruttrice o importatrice dell’auto rimborsa l’importo al venditore e lo recupera a sua volta sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione. La risoluzione chiarisce che il costruttore del veicolo è il soggetto che detiene l’omologazione dell’auto e che ne rilascia all’acquirente la dichiarazione di conformità. - Il bonus auto 2019 non è prenotabile perché non è stato ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto interministeriale attuativo che istituisce ufficialmente la piattaforma telematica di gestione dell'erogazione dei fondi.
• Bonus rottamazione auto per il 2019
Dall'Agenzia delle Entrate arrivano inoltre i chiarimenti relativi agli incentivi per l’acquisto di motoveicoli elettrici o ibridi nuovi e la contestuale consegna per la rottamazione del veicolo appartenente alle categorie Euro 0, Euro 1 o Euro 2. Agli acquirenti che nel corso del 2019 comprano in Italia un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica (potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3) e che consegnano per la rottamazione un veicolo delle stesse categorie di cui siano proprietari o utilizzatori (leasing finanziario) da almeno 12 mesi è riconosciuto un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 3.000 euro.
• Bonus malus auto 2019
E' stata anche introdotta la cosiddetta ecotassa, o bonus malus per le auto nel 2019, ovvero un'imposta sull’acquisto di autovetture nuove con emissioni di anidride carbonica superiori a 160 CO2 g/km (Ecotassa). L’imposta è dovuta da chi acquista, anche in locazione finanziaria, e immatricola in Italia un veicolo nuovo di categoria M1 con emissioni di CO2 superiori alla soglia stabilita dal 1° marzo 2019 e fino al 31 dicembre 2021. La risoluzione chiarisce che il bonus malus 2019 è dovuto entro la data di immatricolazione del mezzo. L’imposta, il cui importo è parametrato in base a 4 scaglioni di emissioni di CO2, va versata tramite F24 da parte dell’acquirente del veicolo o da chi richiede l’immatricolazione.
• Nota:
il codice tributo - per pagare con f24 il c. D. Eco tassa e 3500 che tale tassa si paga per le auto diesel immatricolare dal 01.marzo che superano il valore di 160 mg. Monossido di carbonio emesso MA NON PER I VECCHI DIESEL OVVERO PER IL PARCO CIRCOLANTE.

Mariano Carè
CICAS LOGISTICA & TRASPORTI