Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

Scadenze fiscali maggio 2019

scadenze maggio19Il mese di maggio è contraddistinto dal ritorno dell’Esterometro. In questo caso ci riferiamo alla comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute dai soggetti UE ed extraUE nei mesi di marzo ed aprile.
Vi ricordiamo che le scadenze possono subire proroghe, anticipazioni o modifiche di varia natura; a tal proposito vi consigliamo di consultare il calendario ufficiale che trovate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.
Vediamo adesso l’elenco delle scadenze fiscali previste per maggio 2019:
- 02/05/2019 - AFFITTI - Registrazione contratti di locazione e versamento imposta di registro
-SOGGETTI: Parti contraenti di contratti di locazione e affitto che NON abbiano optato per il regime della “cedolare secca”.
-ADEMPIMENTO: Versamento dell'imposta di registro sui contratti di locazione e affitto stipulati in data 01.04.2019 o rinnovati tacitamente a decorrere dal 01.04.2019.
-MODALITA’: L'imposta di registro deve essere autoliquidata e versata entro 30 giorni dalla stipula prima della registrazione mediante mod. F24 Elide (con modalità telematiche per i titolari di P. IVA, ovvero secondo le modalità previste dall'art. 11, comma 2, D.L. n. 66/2014 per i non titolari di partita IVA);
la copia dell'attestato di versamento va poi consegnata all'Ufficio Territoriale dell'Agenzia delle Entrate insieme alla richiesta di registrazione. In caso di registrazione telematica, il pagamento è contestuale alla registrazione.
La scadenza slitta al 2 maggio in quanto il 1° maggio è festivo.
-CODICE TRIBUTO:
1500 locazione e affitto di beni immobili - Imposta di registro per prima registrazione
1501 locazione e affitto di beni immobili - Imposta di registro per annualità successive
1502 locazione e affitto di beni immobili - Imposta di registro per cessioni di contratto
1503 locazione e affitto di beni immobili - Imposta di registro per risoluzione del contratto
1504 locazione e affitto di beni immobili - Imposta di registro per proroghe del contratto
1505 locazione e affitto di beni immobili - Imposta di bollo
1506 locazione e affitto di beni immobili – Tributi speciali e compensi
1507 locazione e affitto di beni immobili – Sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione
1508 locazione e affitto di beni immobili – Interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione
1509 locazione e affitto di beni immobili – Sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi
1510 locazione e affitto di beni immobili – Interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi.
03/05/2019 - LAVORO OCCASIONALE - Comunicazione prestazioni occasionali per chi utilizza libretto famiglia
-SOGGETTI: Utilizzatori del Libretto famiglia per le prestazioni occasionali (il libretto famiglia è rivolto alle persone fisiche che non esercitano attività professionale o d’impresa)
-ADEMPIMENTO: Termine ultimo entro il quale gli utilizzatori del Libretto di Famiglia devono comunicare all'INPS le date e le ore di prestazioni occasionali utilizzate nel mese precedente. Ricordiamo infatti che l’utilizzatore è tenuto a comunicare, al termine della prestazione lavorativa e non oltre il terzo giorno del mese successivo allo svolgimento della prestazione stessa:
• i dati identificativi del prestatore;
• il compenso pattuito;
• il luogo di svolgimento della prestazione;
• la durata;
• l’ambito di svolgimento;
• altre informazioni per la gestione del rapporto.
Contestualmente alla trasmissione della comunicazione da parte dell’utilizzatore, il prestatore riceve notifica della stessa tramite mail o SMS. L’INPS, entro il 15 del mese successivo a quello in cui la prestazione si è svolta, eroga direttamente i compensi pattuiti a seconda della modalità prescelta dal prestatore all’atto della registrazione.
-MODALITA': Gli adempimenti di comunicazione dei dati relativi alla prestazione lavorativa possono essere svolti:
• direttamente dall’utilizzatore, attraverso l’accesso alla citata piattaforma telematica con l’utilizzo delle proprie credenziali personali (PIN INPS, credenziali SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale, CNS - Carta Nazionale dei Servizi);
• avvalendosi dei servizi di contact center INPS, che gestiranno, per conto dell’utente (utilizzatore), lo svolgimento delle attività di registrazione e/o degli adempimenti di comunicazione della prestazione lavorativa. Anche in tal caso, è preliminarmente necessario che l’utente risulti in possesso delle credenziali personali (PIN INPS, credenziali SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale, CNS - Carta Nazionale dei Servizi).
05/05/2019 - 5 PER MILLE - Rettifica eventuali errori di iscrizione nell'elenco degli enti della ricerca scientifica e dell’università
-SOGGETTI: Enti senza scopo di lucro di cui all'art. 1, comma 1, lettera b) del D.P.C.M. 23/04/2010 ("Finanziamento della ricerca scientifica e dell'università") che intendono partecipare alla ripartizione della quota del 5 per mille dell'IRPEF (si tratta di enti ed istituzioni di ricerca, indipendentemente dallo status giuridico e dalla fonte di finanziamento, la cui finalità principale consiste nello svolgere attività di ricerca scientifica).
-ADEMPIMENTO: Scade il termine per chiedere la rettifica di eventuali errori di iscrizione nell'elenco degli "enti della ricerca scientifica"
-MODALITA’: Soltanto per via telematica, utilizzando esclusivamente il prodotto informatico reso disponibile sul sito web del MIUR https://cinquepermille.miur.it/frontend/Home.aspx
05/05/2019 - 5 PER MILLE - Rettifica eventuali errori di iscrizione nell'elenco degli enti della ricerca sanitaria
-SOGGETTI: Enti rientranti nella previsione di cui all'art. 1, comma 1, lettera c) del D.P.C.M. 23/04/2010 ("Finanziamento della ricerca sanitaria") che intendono partecipare alla ripartizione della quota del 5 per mille dell'Irpef (si tratta di: enti destinatari di finanziamenti pubblici riservati alla ricerca sanitaria; fondazioni o enti istituiti per legge e vigilati dal Min. Salute; associazioni senza fini di lucro e fondazioni che svolgono attività di ricerca traslazionale in collaborazione con i predetti enti)
-ADEMPIMENTO: Scade il termine per chiedere la rettifica di eventuali errori di iscrizione nell'elenco degli "enti della ricerca sanitaria"
-MODALITA’: Istanza al Ministero della Salute - Direzione Generale per la ricerca scientifica e tecnologica
07/05/2019 - 5 PER MILLE - Domande di iscrizione per gli Enti del volontariato e per le Associazioni Sportive Dilettantistiche
- SOGGETTI: - Associazioni Sportive Dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI a norma di legge, che svolgono una rilevante attività di interesse sociale.
Enti del volontariato: ONLUS di cui all'art. 10 del D.lgs. N. 460/1997; Associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, previsti dall'art. 7 della L. n. 383/2000; Associazioni e fondazioni riconosciute che operano, senza scopo di lucro, nei settori di cui all'art. 10, comma 1, lett. a) del D.lgs. n. 460/1997
- ADEMPIMENTO: - Per le ASD interessate a partecipare al riparto della quota del cinque per mille dell'Irpef per l'esercizio finanziario 2019 (a.i. 2018) scade il termine per la presentazione della domanda di iscrizione nell'elenco delle "associazioni sportive dilettantistiche" predisposto dal CONI e gestito dall'Agenzia delle Entrate.
Per gli enti del volontariato interessati a partecipare al riparto della quota del cinque per mille dell'Irpef per l'esercizio finanziario 2019 (a.i. 2018) scade il termine per la presentazione della domanda di iscrizione nell'elenco degli "enti del volontariato" tenuto dall'Agenzia delle Entrate.
N.B.: si vedano al riguardo i chiarimenti forniti con la Circolare n. 5/E del 31 marzo 2017
-MODALITA’: Esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando il prodotto informatico reso disponibile sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, indipendentemente dal sistema operativo, per eseguire il software selezionare il link: Domanda 5 per mille 2019.
10/05/2019 - BANCHE E ISTITUTI DI CREDITO - Versamento imposta di bollo assegni circolari
SOGGETTI: Banche ed Istituti di Credito autorizzati ad emettere assegni circolari
ADEMPIMENTO: Versamento dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sugli assegni circolari rilasciati in forma libera in circolazione alla fine del 1° trimestre 2019.
MODALITA': Modello F24 con modalità telematiche, direttamente (utilizzando i servizi "F24 web" o "F24 online" dell'Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l'Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato
CODICE TRIBUTO: 2505 - Bollo virtuale - rata

Scadenze 15 maggio 2019:
– Registrazione dei corrispettivi per le associazioni sportive dilettantistiche, per le associazioni senza scopo di lucro e pro loco che utilizzano l’opzione del regime agevolato;
– Registrazione dei corrispettivi per coloro che esercitano il commercio al minuto e che operano nella grande distribuzione che possono adottare la trasmissione telematica;
– Registrazione delle fatture differite ricevute o emesse lo scorso mese solare nel mese solare precedente.
Scadenze 16 maggio 2019:
– Versamento dell’Iva relativo al primo trimestre del 2019;
– Versamento degli F24: per l’IVA i contributi previdenziali e le ritenute d’acconto;
– Versamento dei contributi INPS – tramite F24 – della prima rata per gli artigiani ed i commercianti;
– Tobin Tax: versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie;
Scadenze 20 maggio 2019:
– Fasc. Versamento dei contributi relativi al mese precedente dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati da parte delle aziende che applicano i C.C.N.L. Logistica Trasporto Merci e Spedizioni;
– Versamento dei contributi Enasarco relativi alle provvigioni liquidate agli agenti nel 1° trimestre 2019.
Scadenze 27 maggio 2019:
– ENPAIA. denuncia e versamento dei contributi previdenziali per gli impiegati agricoli;
– Presentazione degli elenchi riepilogativi Intrastat;
Scadenze 31 maggio 2019:
• comunicazione telematica liquidazioni periodiche primo trimestre (LIPE);
• esterometro aprile (salvo possibile nuova proroga e/o accorpamento con mensilità successive come già successo per il primo trimestre);
• pace fiscale.
Sulla pace fiscale, in particolare, segnaliamo quanto segue:
• scadenza della domanda per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti;
• scadenza della domanda di definizione agevolata dei PVC;
• definizione agevolata delle irregolarità formali.