Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

GRANDE SUCCESSO DEL 1° OPEN DAY CICAS. DA SALERNO GLI STIMOLI PER NUOVI TRAGUARDI


GRUPPO


Si è tenuto a Salerno, venerdì 11 aprile 2014, il 1° Open Day Cicas, riservato, nell’occasione, ai dirigenti territoriali di Abruzzo, Molise, Puglia, Campania e Basilicata. Gli Open Day, come nelle intenzioni della dirigenza nazionale, vogliono essere momento di partecipazione e di formazione dei quadri territoriali Cicas, allo scopo di fornire gli elementi base di identità e di appartenenza, di spirito di gruppo, di coesione di obiettivi, di condivisione di tecniche e strategie operative.


Dal punto di vista procedurale, si è trattato di una full immersion seminariale durata dalle 10,30 alle 18,00, tenacemente condotta dal coordinatore nazionale Cicas, Lucio Perrella, con l’intermezzo di specifici interventi di case histories. 
A inaugurare i lavori, brevemente, il presidente nazionale Giorgio Ventura, che ha ulteriormente informato, dopo i contatti diretti intercorsi nei mesi scorsi, sulle novità organizzative e di management portati a compimento con il fin ultimo di rendere la Confederazione sempre più presente nelle varie regioni e province italiane, con una rappresentanza qualificata e competente, capace di interferire efficacemente con le istituzioni locali e con le altre organizzazioni sindacali, ampliando il parco associati  non per mere contabilità statistiche, ma per meglio rappresentare le categorie di riferimento.
Ventura ha presentato quindi il gradito ospite Salvatore Filacchione , dirigente della Fenalca, con la quale è in essere una convenzione a lungo elaborata e fortemente voluta dal presidente Ventura che, tra gli altri vantaggi, consentirà agli associati Cicas di aderire al circuito nazionale Assocral attraverso l’esibizione, negli esercizi convenzionati, di una apposita tessera magnetica.
Dopo una rapida auto presentazione dei partecipanti, è iniziata la prima parte della lunga esposizione del coordinatore Perrella che, partendo dai punti più evidenti di criticità, è passato poi a illustrare le opportunità di crescita che occorre opportunamente sfruttare. Sono negatività, per esempio, la debole presenza della Cicas nel panorama informativo nazionale e locale rispetto ad altre organizzazioni sindacali datoriali,  che si traduce in una minore conoscenza da parte della potenziale utenza; il ridotto scambio di esperienze tra le varie componenti tematiche e territoriali; la scarsa definizione di obiettivi a breve e medio periodo.
Aiutandosi anche con la distribuzione e compilazione di un questionario, Perrella ha poi invitato i partecipanti a pronunciarsi sulle loro esperienze in seno alla Cicas e sulle loro proposte migliorative della vita interna alla Confederazione e per una sua adeguata proiezione esterna. Sono così intervenuti Angelo Scamardella, responsabile provinciale Napoli, Domenico Buscicchio, responsabile Cicas –Sanità Privata, Francesco Ricci, responsabile provinciale Cicas Salerno.
Portando a sintesi gli stimoli pervenuti, Perrella ha quindi enunciato i nuovi approcci sistematici per una nuova e produttiva fase di rilancio. Essenzialmente: ricorso periodico a seminari e convegni tematici e dedicati; approntamento di una scala ben definita di incentivi alle nuove adesioni, secondo quattro livelli di competenza, dal segnalatore al responsabile regionale; garanzie per i dirigenti anche in fase di scioglimento del rapporto; ricerca e sviluppo di nuove convenzioni con partner nazionali e locali che possano sviluppare una aggregazione crescente per vantaggi e opportunità agli iscritti.
Dopo un gustoso break gastronomico, offerto dalla squisita ospitalità di Francesco Ricci, la seconda parte della relazione di Perrella ha fornito gli strumenti comportamentali e motivazionali per l’esercizio di una leadership condivisa e riconosciuta.
Lo spazio successivo è stato dedicato alla illustrazione di alcune delle convenzioni già siglate e operative. Lucio Perrella ha parlato della New Sistek, sistema di originale e pratica soluzione di moduli costruttivi ecocompatibili e antisismici; Angelo Scamardella ha relazionato sulla BCB, azienda che opera nelle certificazioni SRLS sui sistemi di gestione d’impresa  anche riguardo alle normative volontarie e obbligatorie in tema di sicurezza; Francesco Serraino ha informato sul network immobiliare Zero per Centro, basato su una originale formula di intermediazione, vantaggiosa per acquirenti, venditori e agenti.
Al termine della lunga sessione di lavoro, il presidente Giorgio Ventura ha fornito le direttive generali sull’impegno che attende tutta la dirigenza Cicas. “E’ una fase cruciale della nostra vita associativa – ha detto Ventura -. Sono fermamente convinto che il nuovo slancio organizzativo e formativo portato avanti e che avrà ulteriori sviluppi nei prossimi mesi, consentirà alla Cicas traguardi nuovi e finanche inaspettati. Altri Open Day Cicas sono in via di programmazione nelle rimanenti macroaree del Paese. Un plauso alle strutture del Mezzogiorno che, con il loro coraggio, hanno reso possibile l’avvio di un sogno che confidiamo presto di tradurre in splendida realtà”.