Iscrizione alla newsletter



Ricevi HTML?

image1 image2 image3 image4 image5

                                                        IMPRESA DONNA

La nuova nomina di Impresa Donna CICAS

Nuova nomina per Impresa Donna CICAS, struttura di emanazione diretta di CICAS che rivolge la sua attenzione e fornisce sostegno alla donna imprenditrice, lavoratrice autonoma, intellettuale, artista, soggetto in ogni caso attivo nel portare avanti con determinazione lo specifico femminile nella società. Il Presidente Nazionale CICAS Cav. Giorgio Ventura ha deciso di assegnare la presidenza di Impresa Donna CICAS alla dott.ssa Lorenza Fruci. “Con la nomina della responsabile nazionale, Impresa Donna CICAS avvia una nuova stagione di attività che tutti sappiamo essere impegnativa e al tempo stesso prefiguriamo portatrice di significativi e duraturi successi” ha dichiarato il Cav. Giorgio Ventura “Il campo d’azione di Impresa Donna è molto ampio: tutto ciò che passa attraverso la libera e progressiva espressione della imprenditorialità femminile fa parte della sua missione statutaria.

“Assumo con impegno e responsabilità questo incarico di coordinatrice nazionale Impresa Donna CICAS mettendo a disposizione la mia professionalità e il mio lavoro nel settore della comunicazione rivolto soprattutto alle donne” ha commentato la Dott.ssa Lorenza Fruci “Le capacità, l’intelligenza e le qualità tipicamente femminili, nelle quali credo da sempre, sono tornate a emergere soprattutto in questi ultimi anni di crisi economica alla quale le donne hanno saputo rispondere facendo impresa. L’imprenditoria femminile continua a segnare un segno di crescita positivo che è doveroso evidenziare e portare costantemente all’attenzione dei media, dell’opinione pubblica e delle istituzioni. E’ necessaria maggiore rappresentanza per le donne imprenditrici per agevolarne e semplificarne sia il lavoro che il campo d’azione. Fondamentali anche la condivisione delle informazioni, la formazione continua, la promozione della leadership al femminile e di una immagine della donna “positiva, indipendente e intraprendente”. Andrà in queste direzioni il mio impegno come responsabile nazionale di Impresa Donna CICAS e ringrazio la Dott.ssa Simona Fazi per l’egregio lavoro svolto finora e per aver appoggiato e sostenuto la mia candidatura per questo incarico”.

LORENZA FRUCI 

Responsabile IMPRESA DONNA - CICAS:

 

   D.ssa Lorenza Fruci

   Via Gioacchino Belli, 36 - ROMA

   e.mail: Questo indirizzo email รจ protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

La CICAS ha l’obiettivo di portare avanti diversi progetti per favorire la partecipazione femminile nel mondo del lavoro, attraverso diversi strumenti, come seminari o assistenza, di sostegno alle imprese. A tal fine, la CICAS chiederà di interfacciarsi con le Commissioni Pari Opportunità, per realizzare progetti comuni di promozione.

I nuovi imprenditori sono in maggioranza giovani, ma ancora limitata è la partecipazione femminile. Le statistiche, infatti, confermano questa scarsa partecipazione della donna, determinata, spesso, da una serie di barriere che frappongono all’imprenditorialità in rosa.

E’ stato dato un nome specifico a IMPRESA Donna - CICAS: "Diva Eris".

Nell’antica mitologia greca, Eris era la dea della concorrenza, che spingeva gli uomoni a dare il meglio di sè nel campo del lavoro; quindi, nel mondo latino, fu venerata come "Diva" (dea, appunto). Ma, in latino, Diva Eris significa anche "sarai grande"; e questo è l’augurio che Diva Eris rivolge a tutte le Aziende Gestite da Donne - con cui collabora per lo sviluppo sui mercati, nello spirito del motto della CICAS: "a sostegno delle micro e medie imprese".

L'imprenditoria femminile continua a farsi spazio: malgrado la crisi e le difficoltà nel credito. Un bel segno da raccogliere e rilanciare.

 Impresa Donna CICAS offre tutti i supporti possibili, compatibilmente con i mezzi a disposizione, per aiutare e sostenere le imprese a progettare il loro domani.

"Una recente inchiesta del Centro Studi CICAS ha messo in luce le preoccupazioni congiunturali che anche oggi assillano le imprese al femminile - esordisce Simona FAZI coordinatrice nazionale CICAS Impresa Donna -. In sostanza  vi è  solo un rimedio per dare loro aiuto. Una rimedio  cha ha due ingredienti: formazione e preparazione. A fronte di mezzi veramente scarsi. Come uscirne? Intanto, occorre, da subito, mettere in rete i pochi fondi nazionali e regionali a questo indirizzati. È difficile, ma va fatto.

 Sul tappeto restano le esigenze di sempre: servizi per il welfare, una rete territoriale di sostegno alle imprese in grado di garantire supporti all'innovazione, maggior accesso al credito, semplificazione burocratica e governativa.

 Più fatti, più risorse, meno chiacchiere. Ovvero quel sano realismo femminile che rende possibile il mettere in pratica le idee e il lavoro. Perché l'imprenditoria femminile rappresenta  in Italia una certezza e una consapevolezza di forza e capacità, volta alla reale crescita economica del nostro territorio.

 “Sono tante -  prosegue Fazi -  le imprenditrici che si riconoscono in CICAS Impresa Donna. Donne che si misurano sui mercati, puntando sulla qualità e tipicità della produzione. Donne che riformano, cambiano,  fanno rete, investono, nonostante le difficoltà, non ultima l’accesso al credito.

 Donne che esercitano mestieri che la società tradizionalmente tende ad attribuire agli uomini: guidano  taxi,  manovrano camion, sono sui cantieri edili, progettano impianti, lavorano nella meccanica di produzione.  Donne e imprenditrici, messaggere di valori che in questa giornata devono essere ricordati: l'attenzione all'ambiente, alla sicurezza, alla legalità, ai valori del rispetto e della comprensione, all’etica pubblica, sono tutti aspetti che devono caratterizzare la gestione in rosa delle imprese, che le imprenditrici conoscono e devono continuare a valorizzare.

 Questo otto marzo – continua Simona Fazi - assume un aspetto fondamentale: dare valore all’eticità del progetto di fondo da parte delle imprenditrici, che da sempre sanno conciliare la loro vita con le esigenze dell'impresa, con doti di adattabilità e organizzazione,  tanto più indispensabili in questo momento per superare i momenti di crisi economica”.

Questa giornata deve trovare un momento per rievocare la memoria storica, anche per sottrarla alle finalità esclusivamente commerciali. La giornata internazionale della donna, infatti, è tutt’ altro: è frutto di rivendicazioni sindacali e politiche.  

 “Ricordiamo a tutte le donne – dice in proposito Simona Fazi,-  che giorno 8 marzo non è la festa, ma la commemorazione di 129 donne, imprigionate e uccise all’interno di una fabbrica, in lotta contro le pessime condizioni di lavoro.  La donna è donna 365 giorni all'anno, 24 ore al giorno: ogni donna ha necessità di confrontarsi con l'universo maschile, e viceversa. Una buona ragione per la quale uomini e donne debbano vivere  insieme”.

 Simona Fazi, Responsabile Nazionale CICAS Impresa Donna, ha annunciato una serie di  incontri tematici sulla violenza alle donne e sul “femminicidio”. Si dibatterà anche di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, ma da una prospettiva di genere: è importante  fare prevenzione in azienda tenendo conto delle variabili fisiche e sociali di uomini e donne.

 

 Costituito il Coordinamento provinciale per Catanzaro di Impresa Donna - Cicas


Si è tenuta nella sala giunta della Amministrazione provinciale di Catanzaro, la Conferenza stampa di presentazione di Impresa Donna – Cicas, la struttura consociata della Confederazione dei piccoli industriali, commercianti e artigiani.
Insieme al presidente nazionale della Cicas, Giorgio Ventura, erano presenti, per porgere saluti e auguri alla nuova sigla, l’assessore provinciale al Bilancio, nonché comunale alle Attività produttive, Giovanni Merante, e la dirigente del settore Attività produttive della Provincia, Anna Perani.
Merante ha sottolineato il ruolo originale spesso assunto dalla Cicas nell’affrontare temi e problemi delle categorie rappresentate, anche nello stimolo a un cambio di visione prospettica, verso la tutela del commercio cittadino e di vicinato.
Perani, dal suo osservatorio specializzato, ha tracciato una analisi delle possibilità derivanti dalla attuazione della legge regionale 34 di delega alla Provincia e soprattutto di quelle discendenti dall’approntamento dei  Pisl provinciali.
Impresa Donna CICAS  ha un coordinamento nazionale con sede a Roma, che fa capo a Simona Fazi, operante da diversi anni, mentre altre sedi sono in via di costituzione nelle diverse regioni italiane.
La struttura di Catanzaro nasce per volontà di un gruppo di intraprendenti imprenditrici della provincia, animate dalla comune volontà di affermare ruolo e capacità della donna nell’ambito del lavoro autonomo e delle attività di impresa. Obiettivo è essere fonte di ispirazione  e di stimolo delle iniziativa imprenditoriali femminili, e concreto supporto nell’accesso al credito e alle risorse dedicate, regionali, nazionali e comunitarie.
Impresa Donna Cicas Catanzaro ha adesso, nominata secondo statuto dal presidente Ventura, una coordinatrice provinciale: è Roberta De Santis, architetto, imprenditrice nel settore arredo, a Settingiano. Fanno parte del coordinamento provinciale Antonia Angotti, Catanzaro, settore gift; Carmelina Bua, Soverato, settore ristorazione; Consuelo De Pasquale, Lamezia Terme, settore moda; Diana Desto, Catanzaro, settore gift; Anita Ferragina  – Ristorazione Alta gastronomia  e Catering - località Alli di Catanzaro;  Rosella Tassone, Catanzaro, project manager; Raffaella Billia, Martelletto, settore Beverage Ristorazione.
Dopo l’introduzione di benvenuto del presidente Ventura, ha preso la parola la neo coordinatrice Roberta De Santis: “esserci per contare è il motto che mi ha convinto ad accettare l’impegno che sto assumendo – ha detto – e che ci porterà presto a prendere comuni iniziative che, facendo crescere le nostre attività individuali, possano contribuire alla crescita economica del territorio”.
A conclusione, è seguita  una breve presentazione delle esperienze di ciascuna delle componenti del nucleo costitutivo di Impresa Donna – Cicas Catanzaro.

 

CIRCOLARE DEL 10 DICEMBRE 2013

403 Forbidden

403 Forbidden


nginx